Se hai un sogno

I miei pensieri

Se hai un sogno, non metterlo da parte, non tenerlo nel cassetto, in quello custodisci solo la cioccolata per i momenti più duri del cammino!

sogno

Sono passati quasi otto anni e mi pare ieri.
A inizio 2015 sognavo di pubblicare il mio primo libro, allora nessuno conosceva “Il mondo che non vedi”.
Vederlo acquistabile, immaginarlo nelle librerie di potenziali lettori, era il mio sogno.
In quel periodo chiedevo in giro quale fosse il modo migliore di comportarmi in merito alla pubblicazione, mi informavo sulle varie opzioni, leggevo articoli in merito.

La frase che mi ripetevano più spesso era questa: “Aspetta, cercati un editore, anche piccolo, non andrai da nessuna parte senza, nessuno leggerà il tuo libro”.

Cosa ne è stato del mio sogno?

Oggi posso raccontare che, a dispetto di tutto, non è andata esattamente così, anzi: se avessi seguito i consigli che mi hanno dato e non avessi fatto di testa mia a quest’ora farei ancora l’impiegata in ufficio e non la scrittrice a tempo pieno.
Non che ci sia niente di male a fare l’impiegata, o qualsiasi altro lavoro, semplicemente non era ciò che desideravo per me, non era il mio sogno, né quello che desideravo fare per sempre.

sogno

Voglio dirti, se hai un sogno, di non dare mai retta alle persone che ti scoraggiano o che ti dicono che sogni troppo in grande e che non arriverai da nessuna parte. Non porti dei limiti, trova il coraggio di abbatterli, lo devi a te stesso e al tuo futuro, alla tua vita.

sogno

Se tu stesso, per primo, ti metti dei paletti, ti dici che non ce la farai, che è troppo difficile, non riuscirai mai ad arrivare dove desideri, non realizzerai mai il tuo sogno se sei il primo detrattore di te stesso.
A volte, guardandomi intorno, mi rendo conto che le persone mettono più impegno e passione nel reiterato tentativo di minare la felicità altrui che non nel realizzare la propria.
Troppo spesso, quando qualcosa va male, si tende a dare la colpa agli altri anziché prendersi le proprie responsabilità.

Forse perché è più facile, è più semplice incolpare una terza persona del proprio insuccesso che non farsi un esame di coscienza.

Per taluni è più semplice giudicare la vita degli altri, le loro scelte, i loro successi o fallimenti. Compatisco queste persone perché non sanno guardarsi allo specchio e, così facendo, non vedono i loro punti deboli, ma nemmeno i loro pregi, il loro tempo è tutto incentrato nello scoraggiare gli altri e minare il loro sogno, qualsiasi esso sia. Non sbagliano, loro non sbagliano mai. Il risultato, però, è anche che non imparano mai niente e, ciechi, continuano ad accusare gli altri dei loro problemi, ad accumulare frustrazioni, a seguire con sguardo maligno le vite altrui scordandosi di vivere la propria.

sogno

Quanto tempo sprecato… Tempo che non torna più, che è volato via per sempre, perso in un mucchio di cenere, non dirmi che vuoi diventare anche tu così, che preferisci accantonare chi sei e ciò che desideri per poi trascorrere il tempo a guardare storto gli altri.
Osa, fallo sempre, la vita è fuori dalla porta che ti sta aspettando!
Se ne hai voglia raccontami qual è il tuo sogno!

Se vuoi saperne di più su di me puoi leggere QUESTO POST.
Se non sei ancora iscritto, ti aspetto nel mio gruppo Facebook Laura Rocca Books .
Vuoi vedere tutte le mie foto più belle? Le trovi sul mio profilo Instagram.
Se ti va, ti aspetto sui miei social per conoscerti! 

Laura

Laura Rocca