L’abitudine fa male?

I miei pensieri

L’abitudine fa male?
È meglio tenersi una sicurezza o tentare di cogliere qualcosa di inaspettato?
Tu cosa sceglieresti?

L'abitudine

Io faccio parte di quelli che rischiano sempre, credo che senza mettersi in gioco non sia possibile ottenere nulla o progredire. Probabilmente è questo mio modo di essere che mi ha spinto a trovare il coraggio di dare le dimissioni e scegliere di fare solo la scrittrice.
Il tempo, e fatti accaduti, mi hanno dimostrato che ci si può prendere tutto il tempo che si vuole per valutare, che si possono avere mille ripensamenti o pensare a diverse tattiche, ma è comunque impossibile sapere come andranno le cose. 

È giusto calcolare i rischi, ma è scorretto farsi sopraffare al punto di non uscire mai dalla propria zona di comfort.
Non mi piace vivere pensando: “E se?”, quindi farò parte di quelli che rischiano sempre, a volte vincerò, a volte perderò, ma così va la vita e, soprattutto, le cose possono andare male anche non facendo niente, quindi tanto vale provare.

L'abitudine è una compagna infida, sai perché?

Dicono che ci si abitua facilmente alle cose belle, che si fa più fatica con quelle brutte.
A volte è vero, ma non sempre è così.
Ti fa perdere di vista le cose preziose, le dai per scontate e le smarrisci.
Questo è il danno più evidente, ma poi c’è anche quello più subdolo, silenzioso.
Ti abitui a reprimere te stesso per piacere un po’ di più agli altri.
Ti abitui a non mostrare dolore perché in pochi hanno tempo per consolarti e in molti vogliono il tuo sostegno e poi…

L'abitudine
L'abitudine

Poi fai l’abitudine a crogiolarti in situazioni che non ti danno più stimoli, anche quando ti vanno più strette di un bel paio di scarpe tacco dodici che metti solo perché ti fanno la gamba slanciata, ma che lanceresti dalla finestra; sai perché?
Perché rischiare ti fa paura e, per non rischiare, te ne stai lì, nel tuo angolino, a guardare la vita passare e poi ti abitui anche a quello, ti ci abitui così tanto che, alla fine, il tempo è passato e non ti rimane niente.

L’immobilità, magari, non causa danni, ma è anche vero che non porta mai nulla di nuovo, non ci spinge verso nessuna evoluzione.

Se vuoi saperne di più su di me puoi leggere QUESTO POST.
Se non sei ancora iscritto, ti aspetto nel mio gruppo Facebook Laura Rocca Books .
Vuoi vedere tutte le mie foto più belle? Le trovi sul mio profilo Instagram.
Se ti va, ti aspetto sui miei social per conoscerti! 

Laura

Laura Rocca