Cinque consigli su come iniziare a scrivere un libro

Scrivere

Come faccio a scrivere un libro?

 

Questa è una delle domande che ricevo più spesso in privato: “Ho in mente una storia, ma non so da che parte cominciare. Come devo fare? Come faccio a scrivere un libro?”.

Non credo esista una tattica universale valida per tutti, né una formula magica per scrivere il libro perfetto ma, soprattutto se sei alle prime armi, ci sono un paio di accorgimenti che, secondo me, potranno risultarti utili.

La parola chiave, in linea generale, è progettazione.

In molti, erroneamente, pensano che scrivere un libro sia una condizione romantica dettata dalla pura ispirazione. Non è così. Dietro un libro ci sono ore di ricerche e organizzazione.

Studiare determinati aspetti della storia e dei personaggi, ancora prima di iniziare a scrivere, è fondamentale per far sì che il libro mantenga una coerenza come anche i protagonisti che lo popolano, e non dimentichiamoci della location.

Lo stesso tono del libro dipende dal target al quale ti vuoi rivolgere. Chi sarà il tuo lettore? Prevedi un pubblico femminile o maschile, ragazzi o adulti? Poniti queste domande e cerca di capire che tipo di linguaggio utilizzare, come anche il genere in cui sarà classificata la tua storia. Anche in quale contesto storico/sociale è ambientata la storia influisce sul linguaggio e sul carattere dei personaggi.

Pensa prima a tutti questi dettagli, non puoi farlo strada facendo. Se scriverai la tua storia a caso, senza un’adeguata progettazione, rischierai di ritrovarti a un punto morto o, peggio, finirai e pubblicherai un libro di cui il messaggio non sarà chiaro nemmeno a te, figurati al lettore finale.

Ti lascio una piccola raccolta di immagini con i miei cinque consigli base, spero che possano esserti utili e… Buona scrittura!

Progetta la trama

Progetta la trama e assicurati che funzioni, che la storia sia coerente. Parti dall’idea primaria e decidi chi sono i personaggi, dove si muovono e in quanto tempo. Cerca di avere ben chiaro qual è il messaggio che vuoi trasmettere.
Struttura in modo convincente l’incidente scatenante, il momento chiave in cui la vita di tutti i giorni viene stravolta dalla novità e decidi qual è il dramma personale dei protagonisti. Fai una scaletta dettagliata di tutti gli accadimenti in ordine cronologico.

scrivere un libro

Fai in modo che il tuo mondo sia coerente

scrivere un libro

Pensa bene all’ambientazione.
Vuoi scrivere un romanzo ambientato a Londra, ma non ci sei mai stato? 
Fai ricerche, informati, studia i luoghi chiave della città e le abitudini locali.
Evita di fare copia e incolla da Wikipedia e, se non sei in grado di immedesimarti in abitudini/luoghi che non ti appartengono e caratterizzarli, piuttosto, inventa il tuo mondo, dai vita a una città che non esiste. 

Esempio errore: un dettaglio molto disturbante, in alcuni romanzi ambientati all’estero, è leggere che la protagonista londinese fa colazione con la zuppa di latte e pranza con trenette al pesto, (abitudini italiane). Un romanzo deve dare un’illusione di realtà al lettore, in questo modo gliela uccidete subito.

Cerca sempre di sapere dove vuoi arrivare

Se sei un principiante evita di “andare a braccio”.
Sì, l’ispirazione è bella, ma va anche incanalata nella giusta direzione progettando. 
Se scrivi di botto senza pensare prima ai momenti chiave della storia, rischi di ritrovarti a un punto in cui non sai più come andare avanti, in cui perdi il filo di quello che volevi dire e dove anche i personaggi perdono coerenza.

scrivere un libro

Conosci alla perfezione i tuoi personaggi

scrivere un libro

Crea delle schede sui personaggi, sia protagonisti, sia secondari se sono importanti. Inserisci tutto ciò che ti serve a caratterizzarli, dall’aspetto fisico al carattere, aspirazioni, pregi e difetti. 
Fai una mappa dell’arco di trasformazione del personaggio, sia essa un cambiamento negativo o positivo. 
Ogni personaggio compie un’evoluzione nel corso di una storia, un “viaggio” da una condizione a un’altra. 

Fai ricerche

Fai ricerche, fanne ancora e, quando hai finito, riprendi da capo. A meno che l’argomento che tratti nel romanzo non sia qualcosa che conosci a menadito perché vissuto in prima persona, devi informarti. Esempio – Non basta dire: lui è tizio e gioca a calcio per scrivere uno sport romance. Dovrete sapere quanto più possibile di quello sport, integrarlo nella storia. La regola vale per qualsiasi altro argomento come anche la psicologia del personaggio. 

scrivere un libro

Se, ad esempio, decidete che la protagonista è una sopravvissuta ad un incendio, difficilmente tra i suoi passatempi preferiti ci sarà quello di stare seduta davanti al fuoco. A seconda del trauma che scegliete di attribuire al personaggio ci saranno da studiarne anche le conseguenze e come si riflettono sulla sua vita.

Se, invece, hai già finito di scrivere il tuo libro ti suggerisco di leggere questo articolo sull’editing. Lo so, lo so, pensavi di aver finito e che la strada ormai fosse tutta in discesa. Sbagliato. Per quanto possa sembrare complesso, scrivere il libro è la parte più semplice. Curare un testo perché diventi a tutti gli effetti degno di essere letto da un pubblico è un passaggio molto più lungo.

Ricordati di farmi sapere se i miei suggerimenti ti sono stati utili e se vuoi che tratti qualche argomento in particolare, sentiti libero di chiedermelo.

Puoi sempre salvare il post per rileggerlo con calma o condividerlo sui tuoi social se pensi che possa essere utile a qualcuno.

Grazie per essere passato da qui,

Laura

Laura Rocca